Ogni anno Avalon organizza una psicovacanza condotta da Zuleika fusco e dallo staff di Avalon, ovvero un’esperienza che coniuga il viaggio e il lavoro interiore.
Il viaggio é itinerante e fortemente simbolico.

Puoi leggere l’articolo sul Giornale/Blog di Avalon

Il ritorno all’essenza: diario della psicovacanza in Cappadocia di Stefania Nanni

Puoi leggere l’articolo sul Giornale/Blog di Avalon

Oltre la terra di mezzo: psicovacanza a Paxos di Stefania Nanni

Puoi leggere gli articoli sul Giornale/Blog di Avalon

Viaggiare per cercarsi dentro di Zuleika Fusco
A cuore scalzo: riflessioni sulla psicovacanza in India di Stefania Nanni

Anime in Viaggio

Pensando di condividere con voi
alcuni appunti, riflessioni da questo mio immaginario diario
di bordo, in una delle prime pagine troverei questa bella, significativa poesia
di Kostantin Kavafis che riassume bene il senso del viaggio:

Itaca
Quando ti metterai in viaggio per itaca
Devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i ciclopi
O la furia di nettuno non temere,
non sarà questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In ciclopi e lestrigoni, no certo,
né nell’irato nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga
Che i mattini d’estate siano tanti
Quando nei porti – finalmente e con che gioia-
Toccherai terra tu per la prima volta:

negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.
Sempre devi avere in mente itaca-
Raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
Fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
Metta piede sull’isola, tu, ricco
Dei tesori accumulati per strada
Senza aspettarti ricchezze da itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada : che cos’altro ti aspetti?
E se la trovi povera, non per questo itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
Già tu avrai capito ciò che itaca vuole significare.

 

Sicuramente le isole greche sono state per me una meta fondamentale dopo le varie esperienze di viaggio, dove ho avuto modo di realizzare l’importanza del lavoro interiore, grazie forse ad una maggiore autosservazione facilitata dai tempi rallentati rispetto al quotidiano, i luoghi intensi, lo stare con me stessa, l’incontro con l’altro in contesti sconosciuti, la ricerca del nuovo e dell’inaspettato, che dopo tanto spostarmi e guardarmi intorno, poteva consistere nel guardarmi dentro in modo più profondo. Considero il partire da soli, in particolare se verso un’isola, un privilegio che consente un viaggio vero: si può assumere una prospettiva distinta dalle terre continentali ovvero dagli schemi a noi familiari, permette il confronto con i propri limiti anche paure, la necessità di una maggiore introspezione, l’ebbrezza del lasciarsi riempire da profumi, sapori, visioni inusuali e l’attuazione di risorse diverse. Esattamente ciò che avviene anche nell’esperienza del lavoro interiore, quindi per me è stata una conseguenza spontanea orientare la curiosità, la voglia di conoscere,la volontà di mettersi in gioco e confrontarsi, verso altre attività intense svolte anche rimanendo nello stesso ambiente. La professione del counselor ora mi consente di proseguire in questo itinerario più sedentario, permettendomi di approfondire la conoscenza personale, nella relazione con l’altro di età e vissuti molto vari, oltre alla condivisione nelle esperienze di formazione, supervisione, aggiornamento ed anche vacanza. Infatti, noi di Avalon diamo molta rilevanza al viaggio, per cui organizziamo originali viaggi-vacanza con gruppi di persone che desiderano riposo, svago, alternati a momenti di attività per lo sviluppo personale, sfruttando anche contesti spesso speciali e suggestivi come il Sahara o Parigi sotterranea, con l’appagante risultato di portare via esperienze divertenti e profonde. La formazione fuori contesto nel counseling mediacomunicativo è poi molto importante per sperimentare la mediazione, ad esempio nei confronti della diversità culturale. Vi è la necessità di modalità di comunicare flessibili, l’accettazione nel confronto con l’altro, uscire dal quotidiano per mettere in campo creativamente le proprie risorse di fronte alle difficoltà. Tra l’altro la nostra scuola triennale di counseling prevede delle full-immersion residenziali in strutture selezionate per permettere un costante contatto con la natura, uno stile di vita essenziale, l’introspezione e una maggiore condivisione che oltre al lavoro in aula,include tempi di svago, spazi, opportunità diverse di conoscenza e confronto. Consapevoli di ciò anche noi formatori cerchiamo in tutti i modi di ritagliarci delle preziose parentesi per dei viaggi personali che permettono di rigenerarsi un po’, proseguendo l’affascinante viaggio interiore che nel tempo diventa inevitabilmente un valore e una costante auto-formazione. Inoltre vista la notevole attenzione che viene prestata all’educazione permanente negli ultimi decenni a vari livelli crediamo sia possibile integrare l’acquisizione di nuove competenze con un percorso verso la formazione, che è riscoperta della propria forma, della propria identità, volta ad avvalorare le potenzialità di cui ciascuno dispone, per ritrovare serenità, voglia di fare, carica creativa per produrre anche qualcosa che ripaghi dell’impegno e della fatica.
Possiamo parlare a questo punto di Tiziano Terzani come esempio paradossale di un uomo che partendo da una posizione decisamente agnostica inizia a viaggiare per la professione e il semplice piacere dell’esplorazione, e arriva a cercare soluzioni per la sua malattia nei vari posti del mondo. Scoprirà che la guarigione, prima di tutto interiore, passa per l’accettazione, per cui il suo ultimo viaggio, quello più impegnativo, lo farà fermo nel suo rifugio sull’Appennino toscano. Il viaggio di Terzani è un esempio alto di auto-formazione; ma nella accezione più comune, l’auto-formazione ci consente di maturare un’autonomia di pensiero, una coscienza critica, una libertà come condizione mentale che implica importanti responsabilità verso sé e verso gli altri, ma permette una concreta crescita personale e professionale. Trovo importante sottolineare che la formazione permanente rientra nell’impegno delle organizzazioni internazionali fin dagli Anni ’70 e nell’orientamento politico di tutti gli Stati membri della Comunità europea ma è ancora spesso intesa come aggiornamento o formazione professionale, tralasciando l’aspetto di auto-formazione continua come necessità dell’individuo in tutti i cicli di vita, con un atteggiamento che dispone la persona al confronto, al dialogo, alla cooperazione, alla tolleranza, al consolidamento delle proprie capacità personali. Tutte competenze e responsabilità da spendere nel mondo del lavoro e nell’esercizio della propria libertà creativa, che accanto alla autodeterminazione permette una sicura auto-gratificazione.
Dalla mitologia indiana possiamo prendere l’esempio di Ganesh, deità rappresentata con il corpo umano e la testa di elefante, considerato tra l’altro dio del viaggio, di cui si racconta una sfida con il fratello a fare più velocemente il giro del mondo per poi confrontarsi sulle conoscenze acquisite. Quando il fratello torna a casa, trova Ganesh che era rimasto tutto il tempo lì con i libri, eppure nelle descrizioni mostrò una tale vividezza e precisione nei dettagli che non si potè negare la sua reale conoscenza di tutto per cui fu vincitore. Oltre alla mitologia anche nella storia più o meno recente troviamo molti esempi di viaggiatori che nei lunghi cammini o nella volontà di un viaggio profondo dentro di sè ci ricordano quanto parallele si debbano considerare queste due avventure: pensate al cammino di Santiago de Compostela, che come sapete nasce come pellegrinaggio, ma tutt’ora attira tanti camminatori che oltre all’obiettivo di raggiungere la meta, ovvero il santuario, colgono l’importanza del percorso in sé e il piacere dell’incontro e la condivisione degli intenti con altri viaggiatori sulla strada.

 

Parigi è una città che, se le chiedi il permesso di entrare, poi ti svela i suoi misteri!

1° mistero: che cos’è una psicovacanza?
Sin dall’inizio sapevamo che avremmo avuto un compito ‘speciale’, una volta arrivati alla Ville Lumiere scopriamo che una psicovacanza è un po’ come giocare a Risiko al contrario.
Pesca una carta e conoscerai il tuo obiettivo. Non ci sono avversari, solo alleati: i tuoi preziosi compagni di viaggio con i quali condividere sensazioni, esperienze, timori, conquiste, nonché colazioni, pranzi, cene e notti a chiacchierare fino all’alba . cioè praticamente tutto!

2° mistero: che cos’è il trouvaille?
È lo strumento che ti consentirà di raggiungere l’obiettivo e di trovare risposta alle domande. Hai presente il detto ‘chi cerca trova’? Esattamente au contraire, le tante scoperte arrivano NON cercando. Il trucco c’è e si vede, anzi, diventa lampante se impari a leggere i ‘segnali’.

3° mistero: ma la Tour Eiffel?
Sullo sfondo . piuttosto Tour St. Jacques!
E poi la Fontaine des Innocents, dove l’avventura ha avuto inizio tra un Croque Monsieur e un Croque Madame; l’antico Marais, dimora di personaggi illustri: l’alchimista Flamel e sua moglie Pernel, Victor Hugo, Zuleika Fusco.
E ancora, Place des Vosges, il Pont Neuf e la Senna – di giorno spiaggia, di sera balera – per non parlare del Beaubourg e la magica Place Stravinsky, i Jardins Luxembourg, Palais Royale, la Pyramide Inverse del Louvre, Montmartre, il Quartiere Latino, Pére Lachaise – oasi di pace tra anime straordinarie – il mercato dei fiori a Ile de la Cité e quello delle Pulci a Porte de Vignancourt . ma tutte le strade portavano sempre a Les Halles per due fondamentali motivi: tornare al nostro auberge, il delizioso Hotel Agorà e per i meeting mattutini dall’insostituibile Paul tra un croissant, un pain au chocolat e un cafè au lait.

4° mistero: cartoline e souvenir .
Di questo viaggio portiamo a casa la consapevolezza che Parigi è un luogo dell’anima e, se glielo consenti, ti viene a cercare .
Ti regala atmosfere indimenticabili, la percezione di un tempo a volte sospeso e dilatato ed una quotidianità intensa vissuta come sogno.

Parigi agosto 2009: permesso accordato!

Au revoir, alla prossima avventura
Stefania e Veronica

PSICOVACANZA 2009/2017: DIARI DI VIAGGIO

Psicovacanza in Montenegro il Potente e Dubrovnik la raffinata - - Avalon counseling Pescara

Quest’anno, per la tredicesima edizione, la meta scelta è il Montenegro. lambito dall’Adriatico e incoronato dai Balcani, il Montenegro è un Paese ancora preservato da un turismo di massa che rivela al viaggiatore un patrimonio storico-artistico e una natura incontaminata. crocevia di cultura serba, montenegrina e croata, è ricco di antiche cinte murarie, numerosissime chiese cattoliche e ortodosse, oltre che di minareti. Ma ciò che incanta profondamente è il suo maestoso patrimonio naturale, fatto di poderose montagne che si alternano a splendidi canyon, fino a scendere verso una costa robusta e potente, bagnata da acque rinomate per i colori intensi. Molti anche i parchi nazionali che il Montenegro ospita sul suo territorio, una foresta vergine e bellissimi laghi. Tutta una regione, il Cattaro, è stata dichiarata patrimonio culturale e naturale dell’Unesco.

L’esperienza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.

NOTIZIE DI VIAGGIO
La quota di partecipazione è di 875 euro per chi si iscrive entro il 12 giugno 2017 (a seguire il prezzo potrebbe subire variazioni a seconda dell’aumento del costo del volo). Prevede lavoro seminariale condotto da Zuleika Fusco, viaggio in aereo A/R Roma-Dubrovnik, transfer A/R aeroporto di dubrovnick-Kotor, alloggio condiviso in appartamenti Luxury in privilegiata posizione nel cuore della città vecchia , tutte le cene (bevande escluse) in ristoranti tipici, pullman privato per le escursioni giornaliere, esperienza di rafting (accessibile a tutti) nel più famoso canyon, crociera in barca riservata nelle bocche di cattaro

La Piscovacanza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.

INFO PRATICHE
Vsto il numero limitato di posti, è consigliabile aderire quanto prima, tramite colloquio e versamento del 40% della quota di partecipazione al momento dell’iscrizione. è necessario versare il saldo entro il 1 agosto 2017

Per info e prenotazioni contattare i numeri 347/6623503 – 339.1168748

Psicovacanza a Budapest, la Preziosa - Avalon counseling Pescara

Quest’anno la metta è Budapest. un gioiello, una città in cui elementi di barocco, di art nouveau e di neoclassico si sposano sapientemente, creando uno scenario suggestivo e romantico. Le ferite della seconda guerra mondiale sono tutt’ora parte del tessuto cittadino, impronte indelebili ma anche segno di un’avvenuta rinascita. l’acqua è un tema dominante. potente nell’attraversare la città, curativa e rigenerante nelle 123 fonti termali, che la rendono unica per i suoi splendidi bagni. bellezza e gusto sono sottofondo continuo, nella musica dei caffè storici e moderni, nel pregio dei bistrot, nel cibo buono e bello, che eleva la qualità della vita in questa capitale fiabesca… L’esperienza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.

NOTIZIE DI VIAGGIO

La quota di partecipazione è di 565 euro. Prevede lavoro seminariale condotto da Zuleika Fusco, viaggio in aereo A/R Roma-Budapest, transfer A/R aeroporto-budapest, alloggio condiviso in appartamento turistico in quartiere centralissimo, tutte le cene (bevande escluse) in ristoranti tipici, un ingresso ai famosissimi bagni termali e altre speciali esperienze a sorpresa… La Piscovacanza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.

INFO PRATICHE

Visto il numero limitato di posti, è consigliabile aderire quanto prima, tramite colloquio e versamento del 30% della quota di partecipazione al momento dell’iscrizione

Per info e prenotazioni contattare i numeri 347/6623503 – 339.1168748

PSICOVACANZA nella MISTERICA PROVENZA - Avalon counseling Pescara

Come ogni anno Avalon organizza una psicovacanza condotta da Zuleika Fusco e dallo staff di Avalon, ovvero un’esperienza che coniuga il viaggio e il lavoro interiore. Quest’anno il viaggio è itinerante e fortemente simbolico. Tocchiamo le mete più suggestive e misteriose della Provenza, sulle tracce di Maria Maddalena, dei Templari e della Madonna Nera

Le tappe più importanti:

la magica Marsiglia, la città più antica di Francia, noto avamposto templare e leggendaria meta di Maria Maddalena. celebre per il culto del femminino sacro e della Madonna Nera

Aix en Provence, città salotto, ricca di arte e misteri

Cassis, delizioso porto da cui partirà la nostra esplorazione dei suggestivi calanchi

i paesi della via della Lavanda, che proprio in questa stagione sarà al massimo della sua fioritura e del suo colore

Alcune notizie sul viaggio: La partenza è da Pescara in pullman la sera del 24 giugno, il rientro è previsto nel primo pomeriggio del 30 giugno. L’alloggio è nel centro storico di Marsiglia, proprio sul porto vecchio, in monolocali con cucinina autonoma a disposizione. La quota di partecipazione è di 775 euro. Prevede il viaggio in pullman, l’hotel con sistemazione in camera doppia, le cene (bevande escluse) dei giorni di permanenza, Gli altri pasti sono liberi.

L’esperienza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.

Per info e prenotazioni, visto il numero chiuso, contattate quanto prima Zuleika Fusco al numero 3476623503

PSICOVACANZA FIABESCA IN CAPPADOCIA E A KONYA - - Avalon counseling Pescara

Quest’anno visiteremo la CAPPADOCIA, una stupenda regione storica dell’ Anatolia, nella Turchia centrale, ma soprattutto una terra magica ed unica al mondo per una conformazione geologica che la rende lunare e incantata. Un paesaggio quasi irreale fatto di torri, canyon, crepacci, pinnacoli e villaggi rupestri dai colori straordinari, che vanno dal rosso all’oro, dal verde al grigio. Valli fiabesche.

È elencata dall UNESCO come Patrimonio dell’Umanita’ dal 1985. Nei cosiddetti ‘camini delle fate’, stranissime formazioni laviche a forma di cono, si rifugiarono popolazioni eremite che scavarono le loro abitazioni nel tufo. E tufo e argilla hanno consentito alle popolazioni locali di ogni epoca di costruire le proprie abitazioni ricavandole dalle pareti rocciose. Pertanto la regione è ricca di insediamenti umani, di cappelle cristiane ricavate nella roccia che lasciano mozzafiato.

Per uguale motivo e’ stato facile per gli abitanti della regione costruirsi rifugi sotterranei, vere e proprie citta’ ipogee in cui durante il periodo cristiano/bizantino si ritiravano per sopravvivere al nemico e scomparire ai suoi occhi. Nel medio evo a cura dei nuovi dominatori Selgiuchidi sorsero nella zona numerosi caravanserragli (letteralmente alberghi per le carovane), che fornivano alloggio e rifugio alle carovane che percorrevano la famosa Via della Seta

Ci sono decine di villaggi incantevoli, dove gli abitanti accolgono i viaggiatori con grande apertura e diponibilità, rendendo indimenticabile la permanenza

KONYA, invece, è una delle prime sette città dopo Noè, in epoca romana era conosciuta col nome di Iconium. Capitale dei turchi selgiuchidi dal XII al XIII secolo, fu uno dei più grandi centri culturali della Turchia. Durante questo periodo di espansione artistica, politica e religiosa, il mistico Mevlana Celaleddin Rumi fondò l’Ordine Sufico, ben conosciuto nell’ovest con il nome di Dervisci “Ruotanti o Danzanti” (Sema). II mausoleo di Mevlana, ricoperto di mattonelle verdi, è la costruzione più famosa di Konya. Accanto al mausoleo, l’antico seminario dei dervisci, ora trasformato in museo, conserva i manoscritti che racchiudono l’opera di Mevlana, come pure oggetti di culto mistico appartenuti all’Ordine.

NOTIZIE DI VIAGGIO

La quota di partecipazione è di 1320 euro. Prevede lavoro seminariale condotto da Zuleika Fusco, viaggio in aereo A/R Roma fiumicino -istanbul, volo interno A/R, bus privato con autista per tutti gli spostamenti, guida privata per tutto il percorso, alloggio in residenza tipica di lusso in camera doppia, la prima colazione, i pranzi, le escursioni e l’ingresso a siti archeologici e monumenti. Non include le cene, che sono libere.

L’esperienza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.

INFO PRATICHE

Visto il numero limitato di posti, è consigliabile aderire quanto prima, tramite colloquio e versamento del 30% della quota di partecipazione al momento dell’iscrizione

Per info e prenotazioni contattare i numeri 347/6623503 – 339.1168748 o spedire e mail a centroavalon@yahoo.it

Ogni anno Avalon organizza una psicovacanza condotta da Zuleika fusco e dallo staff di Avalon, ovvero un’esperienza che coniuga il viaggio e il lavoro interiore.
Il viaggio è itinerante e fortemente simbolico.
“Come tutte le sette isole ioniche, Paxos ha il suo emblema: il Tridente. Si dice che Poseidone, dio dei mari, volendo creare una bella e tranquilla isola lontani dagli uomini a dagli altri dei, per viverci con la sua amata Anfitrite, colpì la parte inferiore di Corfù con il suo tridente e così fu creata Paxos. Con il colpo però perse il tridente che fu ritrovato dagli abitanti di Paxos che ne fecero il loro emblema”
Paxos, isola intonsa e incontaminata, dal mare cristallino, è piena di alberi d’ulivo, molti centenari, e di sentieri che portano a fattorie abbandonate un tempo frantoi ….
Questo paesaggio ricco, sereno e puro è ciò che rende una vacanza sull’isola di Paxos davvero memorabile.
Le spiagge di Paxos sono prevalentemente di ghiaia o una miscela di ciottoli e sabbia. Oltre alle spiagge situate vicino ai centri dell’isola, sulla costa più riparate est vi sono circa 30 spiagge, di diverse dimensioni, tutte raggiungibili con la barca anche se alcune possono essere raggiunte su strada mentre la maggior parte solo a piedi…
visiteremo inoltre (con pernottamento) la città di Corfù, sull’omonima isola.
La bellezza naturale di Paxos trova una rivale piu’ piccola in Antipaxos. Minuscola isoletta verdeggiante e non abitata, piccolo paradiso dalle acque splendidamente trasparenti, dai fondali sabbiosi bianchi, degna dell’amore degli dei…
In questo scenario mozza fiato, immersi nella natura, lavoreremo sul SENTIRE E SULLO STARE e, guidati dagli archetipi di Poseidone e Anfitrite, ci immergeremo nel magico tema del DOPPIO
NOTIZIE DI VIAGGIO
La quota di partecipazione è di 720 euro. Prevede il lavoro seminariale, il viaggio in nave A/R ancona -igoumenitsa -Paxos, l’alloggio in hotel*** nel cuore della città di Corfù, l’alloggio in resort sull’isola di paxos, sempre con sistemazione in camera doppia, la prima colazione, le cene (bevande escluse e escluse quelle eventuali in nave). Non include i pranzi, che sono liberi.
L’esperienza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.
INFO PRATICHE
Visto il numero limitato di posti, è consigliabile iscriversi quanto prima.
Per info e prenotazioni contattare il numero 347/6623503 o spedire e mail a centroavalon@yahoo.it

Avalon racconta la psicovacanza in Tamil Nadu condotta da Zuleika Fusco e dal suo staff, un’esperienza che coniuga il viaggio e il lavoro interiore, un seminario itinerante nel Paese dei Templi e degli ashram.

https://www.youtube.com/watch?v=F9RkTHK7LiE

Come ogni anno Avalon organizza una psicovacanza condotta da Zuleika Fusco e dallo staff di Avalon, ovvero un’esperienza che coniuga il viaggio e il lavoro interiore
incantevole ed eccentrica, Vilnius seduce i viaggiatori con la città vecchia in stile barocco, con le sue infinite chiese, i campanili e i vicoli antichi. piena di contraddizioni e stravaganze è l’unica città che ha dedicato una statua a Frank Zappa, l’unica ad avere un quartiere di artisti proclamatosi repubblica e protetto al’entrata da un angelo. Sacro e profano si sono sempre sapientemente miscelati. a Vilnius si dice dice che in qualsiasi zona cii si trovi nella città si può vedere almeno una chiesa, ortodossa o cattolica che sia.
in passato fu anche in uno dei maggiori centri di cultura ebraica del mondo,tanto che le fu attribuito il soprannome di Piccola Gerusalemme. La violenza nazista distrusse tutto questo, come testimonia oggi il suo museo dell’olocausto.
d’estate diventa il cuore verde dell’europa orientale, con i suoi parchi rigogliosi e la vivace vita lungo fiume. un salotto incantevole in strada, dove mille locali
allestiscono i tavolini attorno cui tutto il mondo s’incontra
NOTIZIE DI VIAGGIO
La quota di partecipazione è di 535 euro. Prevede il lavoro seminariale, il volo A/R da Roma a Vilnius, il transfer dall’aeroporto di Vilnius all’hotel e ritorno, l’alloggio in hotel*** nel cuore della città vecchia con sistemazione in camera doppia, la prima colazione, tutte le cene (bevande escluse). non include i pranzi, che sono liberi.
L’esperienza è aperta a persone che siano seriamente intenzionate a fare un lavoro interiore e che abbiano buona disponibilità alla vita di gruppo.
visto il numero limitato di posti, è consigliabile prenotare quanto prima.
per info e prenotazioni contattare il numero 347/6623503 o spedire e mail a centroavalon@yahoo.it

Come ogni anno Avalon organizza una psicovacanza, ovvero un’esperienza che mette insieme il viaggio e il lavoro interiore. quest’anno la meta stabilita è Marrakech,coloratissima città del Marocco, con i suoi souk e la Medina. la visiteremo nei suoi posti più affascinanti, godendo della sua calda accoglienza, dei suoi sapori, dei suoi incantati tramonti per un lungo weekend dal 25 al 28 febbraio 2011.

alcune notizie sul viaggio:

-la partenza è da Roma Ciampino
-l’alloggio in un bellissimo Riad (antico palazzo tipico) nel cuore della città storica, la Medina, e a pochi passi da tutti i luoghi da visitare
-la quota di partecipazione è di 500 euro. prevede il volo A/R, l’hotel con sistemazione in camera doppia, la prima colazione, la cena (bevande escluse) , il trasporto areoporto/riad e viceversa
– non comprende i pranzi.

visto il numero limitato di posti e la necessità di confermare il volo, vi chiediamo di contattarei quanto prima Zuleika (347/6623503) per approfondimenti e adesioni. abbiamo pochi giorni ancora


Come sapete, Potete estendere l’invito ad amici che siano predisposti ad un lavoro interiore e che abbiano buona adattabilità, vista la natura particolare dell’esperienza.
come ogni anno Avalon organizza una psicovacanza, ovvero un’esperienza che mette insieme il viaggio e il lavoro interiore con guida la nostra Zuleika e noi dello staff . quest’anno la meta stabilita è la Bretagna, magica regione francese, terra lunare e di maree. la visiteremo nei suoi posti più affascinanti (saint malo, carnac, broceliande…) sulle orme dei druidi e di mago merlino, e aggiungendo una tappa normanna che è l’incantevole Mont Saint Michel
alcune notizie sul viaggio:
-la partenza dovrebbe essere da Roma per parigi il 7 luglio (o al massimo l’8). il rientro il 13 (o il14) .
-da parigi proseguiamo in pulmino per Saint Malo che sarà la base da cui ci sposteremo per le nostre gite nei giorni successivi in modo da visitare mont saint michel in normandia e tanti altri posti suggestivi della bretagna
-l’ultima notte ci sposteremo a dormire a Carnac per poi rientrare comodamente su parigi.
-la quota di partecipazione è di 1100 euro. prevede il volo A/R, l’hotel con sistemazione in camera doppia, l’affitto del pullmino, la prima colazione, la cena dei primi 5 giorni (bevande escluse)
 – non comprende i pranzi, forse la cena dell’ultima sera ma stiamo vedendo, i bilgietti di accesso a eventuali luoghi di visita.
per definire gli ultimi dettagli aspettiamo tutte le conferme di partecipazione. visto il numero limitato di posti (18 in tutto, di cui 11 già occupati) vi chiediamo di contattarci quanto prima per approfondimenti e adesioni
Condividi...